top of page
41.png

Storie della cacciatrice. I senza luna


Titolo: Storie della cacciatrice. I senza luna

Autore: Samantha Grandotti

Casa editrice: Bookabook

Pubblicazione: 08/04/22

Serie: Storie della cacciatrice #1

Trope: enemies to lovers, forbidden, licantropi


Compralo su Amazon a questo link



Trama


Tre ragazze sono state aggredite: i corpi straziati presentano squarci profondi, ferite provocate dalle zanne che affondano nella carne, dagli artigli che lacerano in profondità la pelle e i muscoli. Sembra essere opera degli ulfhednar, temibili esseri dalla forza di cinque uomini, che possono trasformarsi in lupi sanguinari nelle notti di luna piena. Laila è una Cacciatrice, sul lato sinistro del suo corpo è tatuata la pianta di stramonio, simbolo della sua Legione: il suo compito è quello di proteggere gli abitanti della Valle dagli ulfhednar. Fermare i responsabili delle brutali aggressioni non sarà però semplice perché le cose non sono come sembrano e dal passato affiora un dolore mai dimenticato, che Laila deve affrontare per giungere alla verità.




Recensione


Storie della cacciatrice. I senza luna è il primo libro di una dilogia fantasy.


🌍 Il worldbuilding della storia è ben congeniato e molto credibile. Ci ritroviamo in un mondo in cui vige da tempo un patto: gli umani non vanno a caccia di lupi indiscriminatamente e, in cambio, gli ulfhednar vendono, o meglio svendono, i materiali  presenti nelle loro montagne.

Ovviamente è assolutamente proibito che tra due esponenti delle due specie si instauri un qualche tipo di relazione amorosa, pena la morte.


Semplice, no?

❌️ No



♀️ Laila ha terminato il suo addestramento come Cacciatrice, tornata a "casa" l'aspetta l'adorabile sorellina Kaja e l'odioso padre, nonché Governatore della Valle.

Subito si accorge che le cose sono cambiate nei due anni in cui è stata via. Gli ulfhednar vagono facendo baldoria nelle taverne umane, inoltre delle misteriose morti senza luna piena hanno reso l'atmosfera esplosiva.


Incontrarsi/scontrarsi con l'alfa diventa praticamente inevitabile.



♂️Einar è il nuovo alfa del branco delle Montagne Azzurre, su di lui pesano tante responsabilità e allo stesso tempo sogna un mondo diverso, di convivenza, pace e prosperità con gli umani, sebbene questi lo ostacolino in tutti i modi possibili. Proprio per questo è diffidente verso la nuova cacciatrice, potrà fidarsi di lei?


⚔️I due si ritroveranno ad unire le forze per affrontare le innumerevoli minacce che provengono da tutte le fazioni coinvolte. Sopportando perdite tragiche e cercando di portare a galla i segreti che li hanno condotti a questa dura battaglia.



➡️ I personaggi sono veramente ben caratterizzati, anche se Einar verso la fine dovrebbe rileggere il manuale "Come far capire a una ragazza che ti piace senza essere un totale stronzo", ecco, non chiedo tanto🤣


✒️ Lo stile è molto narrativo e descrittivo sia di sentimenti che di luoghi, i dialoghi sono scambi essenziali e talvolta ironici.



Valutazione complessiva ⭐⭐⭐⭐☆

Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page