top of page
41.png

Zelda


Titolo: Zelda

Autore: Gea Petrini

Serie: Shadow Girls #1

Casa editrice: Self Publishing

Pubblicazione: 17/10/22

Compralo su Amazon a questo link


Trama


Il mio gemello è morto. Non ho altra scelta, devo tornare in Canada e affrontare il passato. Una zia che odio, una migliore amica che ho abbandonato. Ma a Shadeville, la cittadina sul lago dove sono cresciuta, la morte di William è avvolta nel mistero. Mentre cerco la verità incontro lui, Colin.

I capelli spettinati, gli occhi rubati al fondale del mare, le mani di nodi e segreti.

Posso davvero fidarmi di lui?



Recensione


Primo libro della serie Shadow Girls, Zelda, è un paranormal romance autoconclusivo con tanto mistery e presenze soprannaturali.


L'esistenza di Zelda non è mai stata una passeggiata in mezzo ai fiori, ma quando riceve una chiamata che le comunica la morte del gemello ogni cosa perde senso; si ritrova in viaggio verso il suo paese d'origine, alla ricerca dei fili di un legame che per un anno intero si erano spezzati.


Sommersa da vecchi ricordi e da inquietanti scoperte, Zelda cercherà di capire se conosceva veramente il fratello, ma ogni nuova rivelazione sembra portarla più vicina a capire qualcosa di grande su se stessa, qualcosa da cui è stata protetta.


Zelda è un personaggio reale, non idealizzato perennemente forte di quelli che devono sempre dimostrare al lettore di non cedere nemmeno un istante. Come tutti Zelda ha i suoi momenti di sconforto, di paura, ma non si fa bloccare da essi, prendendo il suo tempo per soffrire e poi per reagire.


Nella cittadina circondata dal bosco e dal lago, un'altra figura si aggira intimandole di andarsene per sempre, Colin. Sfuggente ed enigmatico, la realtà sembra assumere sempre diverse forme quando è lui a plasmarla.

L'autrice riesce a farci dubitare di lui e allo stesso tempo adorarlo, in conflitto proprio come si sente la nostra Zelda.


Ancora una volta la Petrini si dimostra capace di risvegliare forti emozioni nel lettore, portandoci nel suo mondo di tradimenti e segreti in una spirale che conduce fino all'ultima pagina.


Lo guardai in quegli occhi blu profondi dove c'era una parte di lui che non perdonava e che somigliava alla mia. Quel punto oscuro in cui riconobbi me stessa, mi fece mancare la terra sotto i piedi.


Valutazione complessiva ⭐⭐⭐⭐☆


Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page