top of page
41.png

Mi fai venire voglia di vivere


Titolo: Mi fai venire voglia di vivere

Autore: Roberta Fierro

Casa editrice: Self Publishing

Pubblicazione: 04/04/23

Serie: Autoconclusivo

Trope: age gap

Compralo su Amazon a questo link


Trama


Dopo un evento che ha sconvolto per sempre la sua vita, Marta, ventottenne pugliese, si trasferisce a Milano dall’amica Chiara, per ritrovare se stessa.

È qui, nella città delle opportunità, che Marta entra alla Whisky Bed&Books, dove, grazie al suo amore per i libri, attira l’attenzione del proprietario, Lorenzo Mandelli, che le offre un lavoro come commessa.

Lorenzo è un uomo affascinante, al quale è difficile dire di no; ha un divorzio alle spalle e una fila di donne tra cui scegliere ogni volta, come se fossero caramelle di gusto diverso. Dopo la rottura con la moglie ha deciso di concentrarsi sul lavoro e di non crearsi alcun nuovo legame sentimentale.

Tutto cambia, però, quando nella sua vita arriva Marta, questa donna intraprendente, intelligente, ma che sembra nascondere un dolore molto simile al suo, un dolore che le impedisce di lasciarsi toccare senza sussultare.


Possono due anime ferite dall’amore ritrovare la voglia di vivere insieme?




Recensione


Quando si finisce un libro di solito è chiaro nella mente del lettore se è piaciuto o meno. Poi, per chi vuole approfondire il concetto in modo che l'esperienza non si concluda con la lettura, si può fare un ulteriore riflessione su quali elementi hanno fatto propendere per uno o per l'altro.



Dove voglio arrivare?


Questo porsi domande chiarisce nella mente del lettore cosa ha reso reale i personaggi, se qualcosa ci ha fatto storcere il nasino, o se per qualche ragione ci siamo riconosciuti nei loro pensieri, nei loro comportamenti, nei loro interessi; se c'è stata attenzione anche per il contesto da parte dell'autore o se è rimasto "sollevato da terra".

Tutto questo per dire che, riflettendo su questo libro e confrontandomi con altre persone che l'hanno letto, ho realizzato che di negativo, da mettere nella fila dei "contro", non ho trovato un granché.




Lorenzo e Marta, i due protagonisti, tre anni prima hanno vissuto situazioni molto complesse e a loro modo hanno alzato difese per proteggersi, per non farsi più coinvolgere da altre persone. A renderli così reali sono le diverse motivazioni che li hanno spinti in quella direzione, consapevole o inconsapevole che fosse.


♂ Lorenzo è stato ingannato dalla persona che ha promesso di amarlo per sempre in salute e malattia e questo tradimento l'ha segnato nel profondo e non solo ha comportato una chiusura nei confronti delle relazioni stabili, ma gli ha creato anche una serie di insicurezze verso se stesso che risultano molto credibili e fanno tanta tenerezza.


Come una persona reale Lorenzo non si ferma al "sono stato tradito, odio tutte", ma in qualche modo riversa su se stesso le mancanze che la persona gli ha imputato. Per quanto queste carenze siano solo nell'occhio di chi guarda e non siano quindi oggettive, lui le assorbe temendo siano vere, che tutte le altre donne gli volteranno le spalle per lo stesso motivo. Un banale numero che nella sua testa assume un valore enorme.





♀ Marta, rifugge il contatto, ha una storia travagliata alle spalle e decide di cambiare città per provare a rifarsi una vita, così da Lecce si trasferisce presso un'amica a Milano.


La vita a Milano per lei è diversa, sebbene sia un nuovo inizio quindi di per sé complicato, non è circondata costantemente dai ricordi come a casa; eppure lasciare andare al passato risulta ancora difficile, doloroso.





Lorenzo e Marta si ritroveranno a lavorare insieme per implementare le strategie di marketing della Whisky Bed&Books e lì scopriranno più si una sinergia lavorativa, condivideranno un altro linguaggio con cui comunicare.


Una lingua che noi lettori conosciamo bene, fatta di parole, sentori, copertine colorate, sensazioni. Questa loro passione comune li aiuterà a superare la diffidenza che nutrono uno verso l'altra e anche a capirsi meglio.


Ovviamente la storia non presenta solo questi due personaggi, altri girano loro attorno spronandoli e mettendoli anche alla prova: abbiamo Alessandro il fratello di qualche anno più piccolo di Lorenzo che si improvvisa organizzatore di appuntamenti, Ludovico colui che si occupa della parte legale della catena Whisky Bed&Books che proverà a instillare dubbi, le altre commesse e ovviamente la proprietaria di casa, nonché amica di Marta, Chiara.


Milano, gli amici, i libri arricchiscono così la lettura, ampliando le scene che ci immergono tra quelle strade, tra quelle pagine.

Vivo sul Lago di Garda a un'ora di treno da Milano da sempre, eppure non ho mai provato affetto per quella città come ne ho provato riscoprendola attraverso queste pagine, con gli occhi di Marta, ancora sognatrice nonostante i suoi trascorsi, che riesce a mostrarla al lettore come la vive lei.



In conclusione una lettura molto piacevole che mi ha convinta nella sua totalità, capace di sostenere tematiche difficili, intervallandole con scene in grado di mettere di buonumore e strappare una risata, inoltre cosa che non guasta mia, c'è una buona parte spicy 🤣



Valutazione complessiva ⭐⭐⭐⭐⭐


Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page