top of page
41.png

Le cronache della lunga strada


Titolo: L'equilibrio del tutto

Autore: Phedre Banshee

Casa editrice: Self Publication

Pubblicazione: 28/10/22

Serie: Le cronache della lunga strada #1

Trope: distopia, love triangle, magia, alieni, sci-fi


Compralo su Amazon a questo link



Trama


“Mi chiamo Nìgariel Gardell, sono stato uno scienziato, un soldato, un amico, un traditore, uno sciocco. Aggiungerei anche pazzo, ma quello lo sono tutt’ora. Ho amato, con tutte le mie forze, ma raramente l’amore è sufficiente. Ho visto il meglio e il peggio di ogni Razza dell’Ombra, ho visto le favole prendere vita, ho ingannato il tempo per assistere ad avvenimenti che giudicavo impossibili, e ora voglio raccontarveli.”


Dopo un’ibernazione di quasi cento anni, Nìgariel si risveglia in un mondo profondamente cambiato, dove gli Umani hanno perso il predominio e i Maghi, gli Elfi e i Nani possono finalmente vivere alla luce del sole. La Guerra dell’Ombra contro gli alieni Korg è alle porte e Nìgariel per sopravvivere dovrà trovare il suo posto e scendere a compromessi con i suoi lati più oscuri, che prenderanno sempre più spazio.


Affinché possiate capire, bisogna partire dal principio. Tutto è iniziato con una morte. Se vi hanno detto che la morte non è un inizio, credetemi, vi hanno mentito.



Recensione


Le cronache della lunga strada. L'equilibrio del tutto è il primo volume di una serie fantasy che ha tutti i presupposti per diventare epica.


➡️ Il protagonista, Nìgariel, tanto per distinguersi dai classici eroi pieni di buoni propositi e sentimenti puri, è quasi pazzo, guardone e una spia in erba 🤣



🌐 Il worldbuilding è veramente complesso e ci viene svelato un poco alla volta.

Abbiamo una parte iniziale ambientata dopo il 2051; la grossa novità rispetto la nostra epoca, è il Mantide, una lega facilmente reperibile che viene utilizzata per la costruzione di quasi ogni componente.

C'è poi un ulteriore "salto" nel futuro, dovuto a un plot twist, che ci catapulta in una distopia fatta e finita che allo stesso tempo apre lo scenario a una rivisitazione storica dell'origine e dello sviluppo dell'umanità 🤯



☯️ Si delinea così un worldbuilding che richiama sì, elementi già visti del fantasy e del sci-fi, come elfi 🧝‍♀️, nani, maghi e alieni 👽, ma che riesce a miscelarli coerentemente dando vita a qualcosa mai letto prima.


♂️ Il narratore è il protagonista, Niga, e, attraverso i suoi poteri, ci permette di vedere anche attraverso gli occhi e le emozioni di altri personaggi chiave della storia. Per questo l'ho soprannominato "il guardone" 🤣🤣



Tutti insieme combattono per recuperare quello che rimane del mondo, persone appartenenti a specie diverse, che vengono sottoposte a pregiudizi per i motivi più disparati, segnati taluni nel corpo, altri nell'anima, ma che in qualche modo si trovano 😢


E come dice il nano Tohrik:

Un gruppo del genere farebbe ridere gli antichi fino a farli pisciare nelle mutande.

🌹 Non manca la componente romance e leggermente spicy 🤭, personalmente l'ho adorata e spero che la mia coppia preferita "sopravviva" fino alla fine… vero autrice?!


⚔️ Tra grandi combattimenti magici e non, battute sarcastiche, scene horror, angst e un protagonista che non è propriamente un eroe, si snoda questo primo volume che introduce tante domande.

Aspettiamo di vedere cosa ci riserveranno i seguiti.



Valutazione complessiva ⭐⭐⭐⭐☆

Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page